MENU

Samsung verso un futuro flessibile

L’importanza dell’energia pulita

novembre 11, 2018 Commenti (0) Mini Articoli, Tech Tempo di Lettura: 2'

Come migliorare l’autonomia del vostro smartphone

Oggigiorno gli smartphone mettono a disposizione degli utenti diverse funzionalità e tecnologie all’avanguardia, da schermi sempre più definiti a sensoristica estremamente precisa per il controllo delle funzioni vitali, per il riconoscimento facciale (o tramite impronta) e via dicendo. Tuttavia uno dei limiti più ardui da superare rimane quello del consumo spropositato della batteria e l’utilizzo di batterie al litio, che come sappiamo rappresentano un problema nel momento in cui vanno smaltite.

Le batterie dopo un certo numero di cicli di ricarica iniziano a mostrare i primi segni di cedimento. La durata inizia a diminuire ed è sempre più complicato, soprattutto per quanto riguarda gli smartphone, arrivare a fine giornata senza ricaricare la batteria. Le pile sono molto delicate e un uso scorretto dei device determina un accorciamento della loro “vita”. Tutto è dovuto ai materiali con cui sono costruite: il litio è un minerale molto leggero, ma che si scalda facilmente. Le alte temperature riducono drasticamente il numero di cicli che una batteria può fare.

La capienza della batteria, come sappiamo, non può essere modificata ma possiamo ridurre il suo consumo mediante piccoli e utili accorgimenti.

  1. Disinstallare o disattivare le applicazioni che sono preinstallate sul dispositivo qualora non fossero utili, evitando che lavorino in background e si aggiornino consumando memoria.
  2. Installare se possibile la versione “lite” delle applicazioni, studiate apposta per consumare poco, ad esempio lo stesso “Facebook Lite”. (Non è sempre vero, ricordiamo infatti che se un’app utilizza diverse risorse dello smartphone, potrebbe comunque consumare molta batteria)
  3. Impostare la luminosità dello schermo in modalità adattiva, affinchè si autoregoli in funzione della luce esterna.
  4. Utilizzare il GPS solo in caso di necessità (ciò non vale se si preferisce avere attive funzioni di tracciamento del telefono in caso di furto o smarrimento)
  5. Le nuove batterie al litio non risentono in maniera particolare del famoso “effetto memoria”, motivo per il quale è consigliato non far mai (ove possibile) scaricare completamente la batteria. Come è anche consigliato caricarla fino al 100% effettivo, non staccandola appena l’indicatore segnala 100% ed evitando “microcariche” (attacca e stacca in continuazione, detto in parole povere)
  6. Controllare quali app utilizzano la connessione internet e con quale frequenza di sincronizzazione. Limitare il consumo di dati alle sole app che si utilizzano giornalmente ed interrompere (o aumentare di molto il tempo fra una sincro ed un’altra) delle app che non utilizziamo. Ricordiamo che se la sincronizzazione viene interrotta, l’app la eseguirà solo al momento della sua apertura.
  7. Consiglio simpatico: non utilizzate in maniera compulsiva il telefono quando uscite, quando siete al ristorante con gli amici o quando siete a lezione. La vostra batteria ringrazia.

Tags: , , ,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: EEEH?! VOLEVI!