MENU

Il Viadotto di Millau

InSight: next stop Marte!

novembre 25, 2018 Commenti (0) Ingegneria, Mini Articoli Tempo di Lettura:

Il futuro dell’acceleratore di particelle LHC

L’LHC (Large Hadron Collider) è un acceleratore di particelle situato presso il Cern di Ginevra. Si tratta di un acceleratore di tipo circolare che può accelerare adroni (protoni e ioni pesanti) fino al 99,9999991% della velocità della luce e farli successivamente scontrare. Si tratta dell’acceleratore più potente mai realizzato.

Tra il 2019 e il 2020 è previsto una pausa, in gergo, “shutdown”. Durante questa fase inizieranno i lavori preliminari per lo sviluppo di  High-luminosity LHC, un imponente potenziamento che aumenterà la luminosità dell’acceleratore – cioè il numero di collisioni tra particelle per unità di tempo e di spazio – di un fattore di 10.

Si prevede che tra il 2025 e il 2035 il “nuovo” Large Hadron Collider potrebbe produrre 15 milioni di bosoni di Higgs all’anno, contro gli 1,2 milioni del 2011-2012, quando fu confermata l’esistenza della particella.

Per raggiungere questi traguardi è necessaria l’installazione di nuove componenti in 1,2 km dei 27 km dell’acceleratore. Tra queste c’è un nuovo set di magneti superconduttori (un centinaio di 11 diversi tipi) ai lati degli esperimenti ATLAS e CMS, che dovrebbero comprimere le particelle più da vicino, aumentando la probabilità di collisioni.

I futuri esperimenti produrranno una quantità di dati elevatissima, affinchè sia possibile studiarli i nuovi rivelatori avranno una risposta nell’ordine dei picosecondi (un millesimo di miliardesimo di secondo) che servirà proprio a questo scopo.

Nel 2021 inizierà il Run 3, che vedrà tutti gli sforzi concentrarsi sul progetto “Hi-Lumi”, il “nuovo corso” di LHC. La speranza è di riuscire ad assistere, in questa nuova fase, a interazioni più inusuali e inaspettate, come quelle – ipotizzabili – tra le particelle di materia oscura e il Bosone di Higgs.

Tags: , , , , ,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: EEEH?! VOLEVI!