MENU

La prima foto di un buco nero

Assassin’s Creed per ricostruire Notre Dame

Aprile 13, 2019 Commenti (0) Mini Articoli, News, Uncategorized Tempo di Lettura: 4'

La Formula E (Roma 2019)

La Formula E torna a Roma per una gara dalle grandi aspettative e forte della maggiore consapevolezza nei confronti delle tematiche ambientali che hanno riversato centinaia di migliaia di cittadini per strada negli ultimi mesi. (Leggi anche “Sulle orme di Greta“).

In questo articolo introduttivo presentiamo in cosa consiste questa competizione e perchè è un evento da non perdere, sia per gli amanti dello sport, sia per coloro che vorrebbero una maggiore sensibilizzazione per una vivibilità e viabilità in chiave sostenibile.

Si perché per “ Formula E “ si intende una competizione automobilistica dedicata esclusivamente a veicoli che montano motori elettrici.

La Formula E, o meglio “ABB  FIA Formula E Championship”, è stata infatti ideata dalla FIA (Federazione Internazionale dell’ Automobile) allo scopo di promuovere la diffusione e soprattutto lo sviluppo delle cosiddette energie alternative.

A tal proposito la FIA ha deciso, già dalla primo campionato avvenuto con l’ ePrix di Pechino nel 2014, di far gareggiare i concorrenti tra le strade delle principali città del mondo, e quale città se non Roma può far risaltare l’ avanzata tecnologia di auto elettriche che potrebbero raggiungere i 280 km/h, con i monumenti della “Città Eterna”?

La partenza ed il circuito

Per chi non volesse perdersi questo importante evento ricordiamo l’ orario di partenza fissato alle ore 16:00 di oggi 13 aprile 2019; diretta Eurosport e Italia 1.

Per quanto riguarda il circuito, la partenza è prevista da piazza Marconi ed il giro è lungo complessivamente 2,84 km.

 

Quest’ anno le vetture sono state potenziate a 250kW di potenza (340 cavalli) ed i progressi dal 2014 sono stati notevoli, specie dopo la modifica dei regolamenti dalla seconda stagione, quando è stato permesso l’ ingresso a nuovi costruttori, specialmente per la produzione del motore elettrico , dell’ inverter , del cambio e del sistema di raffreddamento.

Questo è infatti uno degli aspetti chiave della competizione, la gara non solo sulla pista tra i piloti ma soprattutto tra i costruttori per poter migliorare al meglio i motori elettrici e abbatterne i costi allo scopo di poter rendere questa tecnologia alla portata del comune cittadino.

Le particolarità

FanBoost

Una delle principali peculiarità di questa competizione tutta elettrica è il FanBoost; un sistema che permette al pubblico ( i “fan”), di influire sull’ andamento della gara grazie ad una votazione on-line del pilota preferito. I piloti votati ricevono segnalazione di poter utilizzare una potenza extra sulla propria vettura!

Attack Mode

È un’ altra particolarità della gara. Consiste nel poter utilizzare una potenza extra ai piloti “spendibile” solo in particolari punti del tracciato; questa informazione viene comunicata poco prima della gara in modo da evitare che i piloti possano organizzarsi e da rendere più eccitante e “strategica” la competizione.

 

Per approfondimenti e dettagli sulla competizione, visitate il sito ufficiale del FIA.

Vi invitiamo quindi a seguire la gara e a continuare a seguirci qui su E-nsight dove nei prossimi articoli approfondiremo la tecnologia dei motori elettrici!

 

Fonti

Tags: , , , , , , , , , , ,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: EEEH?! VOLEVI!