MENU

L’ibrido parallelo

La diga di Hoover

Giugno 21, 2019 Commenti (0) Ingegneria Ambientale, Ingegneria Energetica, Uncategorized Tempo di Lettura: 3'

Il solare- i miti da sfatare

Ben tornati nella nostra rubrica “miti da sfatare” nel campo energetico; questa sera parleremo di “energia solare” e cercheremo di argomentare riguardo al concetto per cui :

“L’ energia solare non potrà mai soddisfare il fabbisogno energetico dell’ umanità.”

In primo luogo bisognerebbe puntualizzare cosa si intende per “energia solare”; solitamente se si parla dell’ utilizzo dell’energia proveniente dai raggi solari si separano due differenti tecnologie: l’energia solare convertita direttamente in calore mediante l’ uso di collettori solari e quella convertita in elettricità mediante i pannelli fotovoltaici.

In realtà però intendendo per energia solare tutte le fonti di energia che scaturiscono dal Sole, si dovrebbero integrare anche fonti quali energia eolica ed idroelettrica in quanto sono direttamente collegate all’attività della nostra stella.

In questo caso la risposta alla precedente affermazione è sicuramente più semplice: SI. Mediante la semplice energia proveniente dal Sole si può diventare energeticamente indipendenti dai combustibili fossili; lo dimostrano Germania e Portogallo che nel maggio del 2016 hanno coperto la propria domanda energetica interamente da fonti rinnovabili. In particolare la Germania il 15 maggio 2016 ha coperto il 99% della fabbisogno giornaliero elettrico con fonti quali collettori, fotovoltaico, eolico ed idroelettrico; arrivando a produrre ben 46 GW.

E’ chiaro che per poter essere energeticamente indipendenti dai combustibili fossili durante tutto l’anno è necessario un piano di investimento di una certa portata ma numerosi Stati sono sulla strada giusta.

Parlando prevalentemente del solare termico e del fotovoltaico si sono osservati incrementi notevoli degli investimenti e della produzione di energia con queste tecnologie.

Solare termico

I collettori solari termici producevano 50 GW nel 2000 a  livello mondiale ed alla fine del 2015 hanno raggiunto quota 435 GW. Il loro utilizzo non comporta alcun impatto ambientale e i materiali di cui sono costituiti sono tutti riciclabili.

Fotovoltaico

Per quanto riguarda il fotovoltaico nel 2016 la potenza globale istallata è arrivata a 295 GW, equivalente all’ energia prodotta da 50 centrali nucleari o 50 centrali a carbone da 1000 MW. Si è calcolato che, utilizzando pannelli fotovoltaici con conversione di circa il 10% (ormai siamo al 20% ), si soddisferebbe l’ intero fabbisogno energetico europeo ricoprendo lo 0,6% della superficie degli Stati (che considerando il fatto che i pannelli possono essere istallati sui tetti non occuperebbero neanche suolo calpestabile). Nel caso dell’ Italia basterebbe un’ area grande quanto la provincia di Piacenza.

La conversione energetica mediante fonti rinnovabili che sfruttano l’ energia solare è quindi possibile e ci auguriamo che venga incentivata il prima possibile dai governi dei vari stati.

 

Per approfondimenti vi invitiamo a leggere i nostri precedenti articoli: Pannelli Fotovoltaici e Collettori Solari.

Fonti

  • Energia per L’astronave Terra – Armaroli, Balzani – Terza edizione

Tags: , , , , ,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: EEEH?! VOLEVI!