MENU

Il futuro di Chernobyl

Biocombustibili- i miti da sfatare

Luglio 9, 2019 Commenti (0) Ingegneria Ambientale, Ingegneria Energetica, Mini Articoli Tempo di Lettura: 3'

L’idrogeno- i miti da sfatare

Continuiamo la nostra rubrica dei miti da sfatare in campo energetico trattando l’ idrogeno, in particolare la teoria secondo la quale:

“L’ idrogeno è l’ energia pulita del futuro”

Innanzitutto è opportuno chiarire che l’idrogeno non è una fonte di energia bensì un vettore energetico, a pari dell’ elettricità. In pratica prima di usarlo bisogna produrlo, non è quindi un materiale o una sostanza che viene semplicemente estratta dal terreno quali ad esempio i combustibili fossili.

Un primo problema risiede proprio qui, ovvero che prima di usarlo bisogna produrlo e per produrlo serve energia, molta energia. L’ idrogeno necessario per la produzione di energia è l’ idrogeno molecolare H2, purtroppo però sulla Terra non esistono tali giacimenti, mentre è abbondante quello combinato con altri elementi.

L’ idrogeno molecolare può essere ottenuto mediante processo di elettrolisi dall’acqua:

2H2O + energia  2H2 + O2

tuttavia, come si osserva dalla formula, è necessario spendere energia che dovrà quindi essere conteggiata nel rendimento finale. Questa energia può essere fornita dal metano o dal nucleare ma in questi casi non si potrebbe più ritenere il processo ” pulito” in quanto si produrrebbe anidride carbonica e altri prodotti della combustione.

Una soluzione per ora esaminata per mantenere “pulito” il processo è ricavare energia dai pannelli fotovoltaici. Sarebbe così rinnovabile sia il primo passaggio che il secondo: la combustione dell’ idrogeno molecolare infatti non porta al rilascio in atmosfera di agenti inquinanti ma solo di acqua:

2H2 + O2 = 2H2O + energia

Un altro fattore da considerare è: la difficoltà del trasporto, dell’ immagazzinamento e dell’ utilizzo di questo “vettore”energetico. Come se non bastasse l’ idrogeno è inodore ed incolore quindi eventuali perdite specie nei mezzi di trasporto in movimento sono difficili da notare.

In conclusione l’ idrogeno è una buona alternativa ai combustibili fossili se prodotto a partire da fonti rinnovabili ma il processo deve essere ancora ottimizzato in modo da abbatterne i costi e mettere in sicurezza eventuali veicoli che sfruttano la sua combustione; importanti passi avanti stanno avvenendo nei sistemi dei trasporti come per il caso del Primo treno ad idrogeno.

Fonti

  • Energia per L’astronave Terra – Armaroli, Balzani – Terza edizione
  • foto copertina

 

Tags: , , ,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: EEEH?! VOLEVI!